Augusto De Angelis (Roma 1888 – Bellagio, Como 1944). Dopo gli studi giuridici si dedicò al giornalismo e alla scrittura. Nel 1935 pubblicò Il banchiere assassinato, primo di 15 romanzi con protagonista il commissario De Vincenzi. Dopo l’8 settembre 1943 i suoi interventi contrari alla Repubblica di Salò su La Gazzetta del Popolo ne provocarono l’arresto. Uscito di prigione, morì il 18 luglio 1944 per le conseguenze di una violenta aggressione di un repubblichino, “aveva – come scrisse Oreste Del Buono – soltanto 56 anni ed era pieno di progetti e di sogni”.

Titolo

Torna in cima