Bruno Piazza (Trieste 1889-1946) avvocato ebreo triestino, dopo l’approvazione delle leggi razziali venne arrestato in quanto ebreo e con l’accusa di essere antifascista. Scampato alle camere a gas, poco dopo aver terminato il suo intenso e fondamentale memoriale, morirà di infarto senza averne vista la pubblicazione.

Titolo

Torna in cima