Romanzo di esordio di Herman Melville caratterizzato da una forte matrice autobiografica.
La storia è ispirata a un viaggio dell’autore, imbarcatosi nel 1841 come marinaio sulla baleniera Acushnet, per disertare, diciotto mesi dopo, appena giunto in Polinesia.