Una giovinezza del secolo XIX

 13,50

Un giudizio di Benedetto Croce
Quanta abbondanza di pensieri e di affetti nei libri di Neera! A lei bastava aprire le chiuse dell’anima perché ne prorompesse un’onda copiosa e calda, che non s’inaridiva mai.

Descrizione

Nell’ultima fase della sua vita, costretta a letto dalla malattia, Neera (pseudonimo di Anna Radius Zuccari) rivive il suo pas­sato e decide di scriverne: “Che cosa riescirà questo libro nato da un profumo non so, non voglio saperlo”. Dopo aver perso in giovane età la madre, viene affidata alle due zie paterne, Margherita e Nina: inizia per lei una “Via crucis […] senza aiuto di Cirenei né pietà di Marie”. Pri­vata della libertà e di ogni più semplice gesto d’affetto, incapace di lottare per i propri desi­deri e di instaurare un rapporto confidenziale col padre, Neera si smaschera rivelandosi ai suoi lettori. Pubblicata postuma nel 1919 e in­completa, Una giovinezza del secolo XIX è l’au­tobiografia sincera e coinvolgente di una delle autrici italiane più importanti del periodo a ca­vallo tra Ottocento e Novecento.

  • A youth of the nineteenth century
  • Une jeunesse du dix-neuvième siècle
Dettagli libro

  • Pagine: 228
  • Anno di pubblicazione: 2020
  • ISBN: 9788865583531
  • Editore: Ecra. Edizioni del Credito Cooperativo
Autore

Neera

Neera, pseudonimo di Anna Radius Zuccari (Milano 1846-1918), è stata scrittrice prolifica e apprezzata dalla critica. I suoi romanzi propongono un’alternativa al destino già scritto delle donne. Nonostante ciò negli scritti teorici, come Le idee di una donna (1904), Neera individua come scopi ultimi della vita femminile il matrimonio e la maternità.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una giovinezza del secolo XIX”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…

Titolo

Torna in cima