Il romanzo di Giovanni Boine si contraddistingue per una trama mai banale dove emerge l’insofferenza del protagonista (e dell’autore) verso le convenzioni sociali.