“E qui è l’originalità di Zola. Egli è realista come uno scienziato, e idealista come un poeta. Il suo occhio clinico, a malgrado di lui, manda scintille; il reale si ripercote nella sua anima, e là, senza ch’egli lo sappia, è presente l’ideale”.